sabato 10 gennaio 2015

Terrorismo e Libertà











Terrorismo e libertà

Egregio Direttore

Ha seguito della mia lettera di ieri desidero approfondire le mie considerazioni, sul canale TV di SKY TG è stata posta una domanda sondaggio, che chiedeva: sareste disposti a rinunciare ad un po’ di liberta, in cambio della vostra sicurezza?
Ovviamente la risposta dei telespettatori è orientata verso il NO, me compreso e per ovvie ragioni:
1° come faccio a dare una simile libertà e potere a un Presidente del Consiglio che non è stato eletto da nessuno del Popolo.
2° come posso fidarmi di una persona che vuole modificare la costituzione assieme ad un condannato senza tener conto di chi rappresenta la minoranza, anche all’interno del suo Partito.
3° come posso fidarmi di chi si è proposto come ispiratore del cambiamento, una riforma al mese e primo fra tutti la restituzione e il pagamento ai fornitori di servizi e prestazioni, del dovuto, causa di molti fallimenti.
4° come ci si può fidare di chi vuole rottamare e utilizza ed elargisce posti nel governo ha propri fedelissimi, distribuisce denaro dello stato a parenti che devono sanare posizioni discutibili.
Non voglio correre il rischio di dare un cosi grande potere, ad una persona o a dei ministri, che subiscono imposizioni da stati esteri “ vedi estradizione di una cittadina dell’Ucraina “ e per tutta risposta il ministro diceva di non esserne al corrente” che in nome e con la scusa che le ragioni di sicurezza necessitano di più poteri, mi facciano correre un rischio maggiore del terrorismo, delegando ad un neo pseudo Dittatore poteri di stampo Fascista. Non è con un taglio alle forze dell’ordine, sia di personale sia di mezzi che risolvo il problema che coinvolge l’intera Europa, anziché manganellare i lavoratori, si faccia più Intelligens e prevenzione.

Saluti
D’Agostini Massimo


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi quello che vuoi, nel modo più decente possibile, dimmi cosa ne pensi e possibilmente dammi ragione.