venerdì 9 gennaio 2015

Terrorismo da parte di chi?

 
 
Democrazia e Libertà

Egregio Direttore

 
Desidero esprimere un mio pensiero in merito alle vicende che negli ultimi venticinque anni affliggono il mondo intero. La Democrazia e l’Autodeterminazione, sono diventati un pensiero opzionale nella testa e nel concetto dei Paesi potenti.
Se ripercorriamo la storia, partendo da quella Americana (1848), alla rivoluzione Francese (1789) e alle guerre d’indipendenza Italiane (1848-1871), ci accorgiamo che nessuno si è mai arrogato il diritto d’intervento in quella che era considerata autodeterminazione di un popolo.
Eppure la storia non ci ha insegnato niente. Chi ha dato la patente di Democrazia agli USA  per intervenire in Corea, Vietnam, Iraq, Iran, Somalia, Afganistan ecc. ecc.? Chi ha dato la patente di Democrazia alla Francia per intervenire, ad esempio, in Libia? O all’Inghilterra, per affiancare in queste scelte gli USA?
Non sarebbe più corretto lasciare che queste nazioni scegliessero come vivere e che si costruissero la loro democrazia senza intrusioni altrui? Non sarebbe più corretto evitare di vendere armi e tecnologia di alto profilo a Stati che si trovano in queste situazioni? Non sarebbe più corretto comprare il loro petrolio e i loro prodotti senza ricatti e/o interventi che alimentano la moderna schiavitù?
Forse sono solo uno stupido idiota, sognatore, idealista, che non appartiene a nessuna Religione, ma che si trova pienamente d’accordo a dispetto di “TOMBINI DÌ GHISA” con il Santo Padre FRANCESCO; solo il continuare ad accentuare le diversità non fa altro che alimentare l’odio.
Che cosa interessa a noi se quello che gli altri considerano il loro DIO è “diverso” dal nostro? Riportando un verso della canzone di Edoardo Bennato, “Vorrei vivere nell’isola che non c’è”; chissà se lì si potrà trovare un po’di pace.
 
Massimo D’Agostini


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi quello che vuoi, nel modo più decente possibile, dimmi cosa ne pensi e possibilmente dammi ragione.